Board

Daniele Lazzeri

Daniele Lazzeri – Chairman

Lavora da più di 25 anni nel settore dell’analisi e della consulenza in materia finanziaria. Giornalista pubblicista, è Chairman del think tank “Il Nodo di Gordio”, Ente internazionalistico accreditato presso il Ministero degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale e Direttore responsabile dell’omonima rivista di studi quadrimestrale, dove si occupa dell’analisi economico-finanziaria globale. Suoi articoli ed interviste sono apparsi su quotidiani e riviste in Francia, Russia, Azerbaigian, Turchia e Kazakhstan e sulle maggiori testate nazionaliSue interviste televisive sono state trasmesse da emittenti nazionali in Russia, Cina, Libano e sui canali radiotelevisivi italiani.
Cofondatore del Centro Studi “Vox Populi”, cura sotto il profilo storico, culturale, geopolitico ed economico, la realizzazione di workshop internazionali di geopolitica, pubblicando numerosi volumi sul pensiero economico e filosofico di scrittori contemporanei, saggi economico-geopolitici e cataloghi di mostre artistiche.
Relatore in conferenze e tavole rotonde organizzate presso la Camera dei Deputati, il Senato della Repubblica, l’Università Cattolica di Milano, l’Università La Sapienza di Roma, l’Istituto di Studi Militari Marittimi di Venezia per i corsi di formazione degli Ufficiali della Marina Militare Italiana e in altre prestigiose sedi diplomatiche e scientifiche in Italia e all’estero.
È, inoltre, Presidente del Festival Nazionale della Sicurezza sul Lavoro, ente impegnato nella promozione e sensibilizzazione della cultura della sicurezza e ideatore del Premio letterario ed artistico dedicato alle Morti Bianche che ha ricevuto l’Adesione del Presidente della Repubblica.

Segui @Daniele Lazzeri

Franco Cardini

Franco Cardini – Direttore Editoriale

Fiorentino, è ordinario di Storia medievale presso l’Istituto Italiano di scienze umane (Sum), membro di numerosi istituti scientifici e docente universitario in Italia, Europa e Stati Uniti. Studioso del movimento crociato e dei rapporti culturali tra Oriente e Occidente, si è dedicato negli ultimi anni all’approfondimento della storia e cultura islamica e delle dinamiche mondiali contemporanee. Tra i suoi ultimi studi si ricordano Terra Santa. Pellegrini italiani tra Medioevo e prima Età Moderna (Bologna 2002), Le radici perdute dell’Europa (Milano 2006, con Sergio Valzania), Europa e Islam. Storia di un malinteso (Roma-Bari 2007), La tradizione templare (Firenze 2007), Le cento novelle contro la morte. Giovanni Boccaccio e la rifondazione cavalleresca del mondo (Roma 2007). Nell’ambito della sua produzione narrativa si segnala il recente Il signore della paura (Milano 2007).

Augusto Grandi

Augusto Grandi – Senior Fellow

Storico, giornalista professionista, al Sole 24 Ore dal 1988 come corrispondente per il Piemonte e la Valle d’Aosta. Ha pubblicato libri di saggistica e di narrativa. Tra i primi figurano “Sistema Torino”, “Sistema Piemonte”, “Lassù i primi, la montagna che vince”, “Eroi e cialtroni: 150 anni di controstoria”. Insieme a Daniele Lazzeri ed Andrea Marcigliano ha scritto “Il Grigiocrate, Mario Monti nell’era dei mediocri”. Per la narrativa ha pubblicato “Un galeone tra i monti”, “Baci e bastonate”, “Razz, politici d’azzardo”. Ha partecipato ad opere collettive quali “Altri risorgimenti”, “Oltre Lepanto”, “Viandanti tra due monti”, “Da Baikonur alle stelle, il grande gioco spaziale”, “La profondità strategica turca nel pensiero di Ahmet Davutoglu”. Come fotografo ha realizzato reportage di viaggio ed una mostra sullo sfruttamento del lavoro nel mondo, inserita nel Festival nazionale della sicurezza. Ha vinto il Premio St.Vincent di giornalismo, l’Acqui Ambiente, l’Anguillara d’argento. E’ membro della giuria del premio Acqui Storia ed è vicepresidente della onlus Artaban per gli aiuti alle persone in difficoltà in Italia, Africa e America Latina.

Segui @augusto_grandi

Andrea-Marcigliano-Foto

Andrea Marcigliano – Senior Fellow

Andrea Marcigliano è nato a Mestre-Venezia il 28-12-1957. Saggista e scrittore da anni collabora a giornali e riviste culturali, occupandosi (prevalentemente) di filosofia politica e scenari geo-politici internazionali. Accanto a questo mantiene vivi i suoi interessi più squisitamente letterari e filosofici, visti gli ormai antichi studi di Lettere Classiche – a Trieste, con laurea in Storia delle Religioni – ed il fatto che insegna Italiano e Latino nel Liceo. Saggista e scrittore, ha pubblicato “Segni del Tempo”, “I figli di Don Chisciotte”, “Ritorno ad Atene”, “Il suicidio della Destra” (e-book); ha collaborato a numerosi volumi di studi, tra i quali ama ricordare “Ezra Pound perforatore di roccia”, “Jünger cioè il coraggio”; “Ideario europeo”, “Studi su Fernando Pessoa”. Suoi scritti sono apparsi in inglese, russo, spagnolo, portoghese, turco, azero e kazako. È Senior fellow del think Tank di Studi Geopolitici “Il Nodo di Gordio”, e collabora all’omonima rivista ed al Web Magazine. Per il Centro studi “Vox Populi” ha già collaborato ai volumi: “Imperi delle Steppe”, “Porte d’Eurasia”, “La profondità strategica nel pensiero di Ahmet Davutoglu”, “Viandanti fra due mondi”, “Da Bajkonur alle stelle. Il Grande Gioco nello spazio”, “La chiesa apostolica Albana” e, con Ermanno Visintainer scritto a quattro mani “L’Aquila nel Sole”, di cui è in corso di pubblicazione l’edizione russa. Vive a Roma.

Segui @AndreaMarciglia

carlo marsili

Carlo Marsili – Senior Fellow

E’ nato a Cupramontana (Ancona) – di cui è cittadino onorario – il 26 novembre 1943 e si è laureato in scienze politiche presso l’Università di Padova nel 1967. Ha svolto il servizio militare in Aeronautica ed è entrato in Carriera Diplomatica nel 1970.

E’ alla Direzione Generale del Personale dal 1970 al 1973; Primo Vice Console a Monaco di Baviera dal 1973 al 1975; Primo Segretario a Bangkok dal 1975 a 1978; Consigliere Politico ad Ankara dal 1979 al 1981; al Ministero degli Esteri dal 1981 al 1984 quale Capo Ufficio Concorsi; Console Generale ad Edimburgo per la Scozia e Irlanda del Nord dal 1984 al 1987; Consigliere Diplomatico aggiunto dei Presidenti del Consiglio dei Ministri De Mita, Andreotti, Amato e Ciampi dal 1988 al 1993; Vice Capo Missione in Germania dal 1993 al 1998 (ambasciata Bonn); Ambasciatore in Indonesia (Jakarta)dal 1998 al 1999; Direttore Generale degli Italiani all’Estero e le Politiche Migratorie del Ministero Affari Esteri dal 2000 al 2002; Direttore Generale del Personale del Ministero Affari Esteri dal 2002 al 2004; Ambasciatore d’Italia in Turchia (Ankara) dal 2 febbraio 2004 all’11 giugno 2010; Capo Delegazione del Ministero degli Esteri per conferenza a Washington con Dipartimento di Stato USA sulla Turchia (ottobre 2010).

I premi ricevuti sono i seguenti: Premio Rotary 2005 per la Diplomazia; Premio “Il diplomatico dell’anno 2006” Regione Marche; Premio “ Il diplomatico straniero dell’anno 2006” conferitogli dal Primo Ministro della Repubblica di Turchia Erdogan; Cavaliere di Gran Croce dell’Ordine al Merito della Repubblica Italiana; Ordine della Repubblica di Turchia; Cavaliere di Gran Croce al Merito della Repubblica Federale di Germania; Ufficiale dell’Ordine Alaouita del Regno del Marocco; Commendatore del Regno di Svezia; Cavaliere dell’Ordine dell’Elefante Bianco del Regno di Thailandia.

Tra le sue pubblicazioni si ricorda nel marzo 2011 il volume “ La Turchia bussa alla porta” edito dall’Università Bocconi di Milano. Ha inoltre partecipato come relatore a numerosi convegni nazionali e internazionali sulla Turchia ed ha tenuto lezioni sulla Turchia presso numerose Università italiane.

Altri titoli onorifici conferitogli sono: Presidente Onorario della Unione dei Consoli Onorari d’Italia nel Mondo; Presidente Onorario dell’Unione dei Consoli Onorari in Italia; Presidente Onorario dell’Associazione di Amicizia Italia-Turchia; Presidente Onorario dell’Associazione Turchia in Europa da Subito; Coordinatore Scientifico di CIPMO (Centro Italiano per la Pace in Medio Oriente); Coordinatore Scientifico di EIEAD ( European Institute for EurAsian Dialogue); Coordinatore per la Turchia dell’ISPI (Istituto Studi Politica Internazionale); Membro del Direttivo del Circolo del Ministero Affari Esteri E’ Sposato con Selva Balkan e risiede a Roma e a Kalkan,Antalya ( Turchia).

Segui @carlo_marsili

riccardo migliori

Riccardo Migliori – Senior Fellow

Riccardo Migliori, Presidente Emerito dell’Assemblea parlamentare dell’OSCE, è nato a Firenze il 7 marzo 1952. Si è laureato in Giurisprudenza all’Università di Firenze. È sposato e ha quattro figli.
È stato eletto alla Camera dei deputati nella 13a, 14a, 15a e 16a legislatura. Ha fatto parte della Commissione Affari costituzionali e della Commissioni Affari esteri ed è stato Vice Presidente della Commissione bicamerale per le Questioni regionali. Dal luglio 2006 è stato membro della delegazione italiana presso l’Assemblea parlamentare dell’OSCE; il 26 giugno 2008, è stato eletto Presidente della delegazione. Membro attivo dell’Assemblea OSCE, il 9 luglio 2012 è stato eletto Nuovo Presidente dell’Assemblea, ricoprendo incarichi nella Commissione Affari politici e sicurezza dell’Assemblea. Durante il suo mandato ha preso parte a numerose missioni di osservazione elettorale: Albania, Bielorussia, Bosnia Erzegovina, ex Repubblica iugoslava di Macedonia, Federazione russa, Georgia, Kazakhstan, Moldova, Regno Unito, Serbia, Stati Uniti, Tunisia e Turchia. Nell’ottobre 2011 ha guidato la missione internazionale di osservazione delle elezioni per l’Assemblea costituente tunisina.

È stato promotore di tre Conferenze dedicate all’OSCE: “L’architettura di sicurezza europea: ruolo attuale e futuro dell’OSCE” (Roma, 25 marzo 2009), “Il ruolo della CSCE-OSCE e dei Movimenti di resistenza civica nel crollo del muro di Berlino e nella fine dell’Unione Sovietica” (Roma, 10 dicembre 2009) e “La protezione delle minoranze nazionali: le raccomandazioni di Bolzano e la politica dell’OSCE” (Bolzano, 20 maggio 2011). L’on. Migliori è stato, nel 2009, Vice Presidente del Gruppo PPE (Partito popolare europeo) nell’ambito dell’Assemblea OSCE.

gianni bonini

Gianni Bonini – Senior Fellow

Gianni Bonini, 65 anni, fiorentino, allievo di Giuliano Procacci, dopo la maturità classica si laurea in Lettere con una tesi sulla collettivizzazione agricola sovietica. Trascorsi i rutilanti anni settanta col gruppo del Manifesto, segue Bettino Craxi nella sua azione di rinnovamento riformista fino a diventare per un triennio Presidente della omonima Fondazione che ne ha organizzato e digitalizzato il patrimonio archivistico. Professionalmente è impegnato nel settore dell’energia convenzionale e non, come CEO di svariate società. Si occupa e scrive da sempre di geopolitica ed ora in particolare della questione euromediterranea. Rappresenta l’Italia nel Governing Board del CIHEAM, il Centre International de Hautes Ètudes Agronomiques Méditerranéennes. Recentemente ha curato e prefatto la nuova edizione del libro cult dell’indimenticabile amico e storico Franco Bandini, Tecnica della Sconfitta e Il Grande Blu, La Grande Bleue così viene chiamato in francese il Mediterraneo, di Franco Cardini.

Segui @GBonini50

andrea liorsi

Andrea Liorsi – Senior Fellow

Andrea Liorsi (Verona, 1959) è un Ufficiale della Marina Militare in congedo, con il grado di Capitano di Vascello. Ha frequentato l’Accademia Navale di Livorno dal 1978 al 1982, conseguendo la laurea in Scienze Marittime Navali; si è successivamente laureato in Scienze Politiche presso l’Università di Trieste. Nel corso della sua carriera è stato imbarcato su varie unità navali della Marina; ha comandato la Nave da Trasporto PALMARIA, la Corvetta DANAIDE e la Nave Scuola AMERIGO VESPUCCI. Ha inoltre prestato servizio presso lo Stato Maggiore della Marina a Roma, dove si è occupato di attività di cooperazione con le Marine estere e di sicurezza del personale. Il suo ultimo incarico è stato quello di Vice Comandante e Direttore dei Corsi presso l’Istituto di Studi Militari Marittimi di Venezia, dove in passato è stato insegnante di Strategia e Dottrina Militare.

guarguaglini

Pier Francesco Guarguaglini – Senior Fellow

Toscano, nato il 25/2/1937. Si è laureato in Ingegneria Elettrotecnica all’Università di Pisa e successivamente ha conseguito il PhD in Electrical Engineering all’University of Pennsylvania e la Libera Docenza in Comunicazioni Elettriche presso l’Università di Roma. È stato assistente presso la cattedra di Elettronica Nucleare dell’Università di Pisa e successivamente assistente alla cattedra di Radionavigazioni dell’ Università di Roma. Ha iniziato la carriera industriale in Selenia come analista di Sistemi Radar e vi ha raggiunto il grado di Condirettore Generale. Successivamente è stato Direttore Generale e Amministratore Delegato di Officine Galileo, Amministratore Delegato di Oto Melara, di Breda Meccanica Bresciana, e di Fincantieri, Responsabile del Settore Difesa di Finmeccanica.

Infine è stato Presidente e Amministratore Delegato di Finmeccanica. Attualmente è Presidente di Gpm3 società di consulenza aziendale. È Maestro e Cavaliere del Lavoro ed è stato insignito della Legion d’Honneur francese. Ha ricevuto varie lauree h.c. tra cui quelle dell’Università di Genova e della Heriot-Watt University di Edimburgo. Ha ricevuto vari riconoscimenti tra cui il Premio Leonardo e il Campano d’Oro dall’Università di Pisa. È membro di varie associazioni tra cui l’IEEE (The Institute of Electical and Electronic Engineers – Usa) e dell’Associazione ex-allievi Sant’Anna. Autore di vari articoli tecnico scientifici e possessore di alcuni brevetti nel campo radar.

stephen_bryen

Stephen D. Bryen – Senior Fellow

Stephen Bryen ha una quarantennale esperienza in ruoli direttivi di governo e nell’industria. Si è laureato (triennale) in Storia e Scienze Politiche presso la Rutgers University e in Politica Internazionale (Laurea Magistrale e PhD) presso la Tulane University. È stato quindi Assistant Professor of Government alla Lehigh University di Bethlehem, Pennsylvania, dove ha sperimentato nuove metodologie con l’utilizzo del computer, a partire dal 1967. Ha sviluppato il primo programma per computer di Lehigh per le scienze sociali chiamato LEAPS. È diventato Assistente Esecutivo del senatore Clifford P. Case (R-NJ) e ha fatto parte del personale della Commissione Esteri del Senato degli Stati Uniti.

Da qui ha fatto il suo ingresso al Dipartimento della Difesa come Vice Sottosegretario alla Difesa per il Commercio e i Servizi di Sicurezza ed è stato il fondatore e primo direttore della Defense Technology Security Administration. Ha ricevuto due volte la più alta onorificenza civile del Dipartimento della Difesa, la Distinguished Public Service Medal.

È nominato poi Presidente di Finmeccanica Nord America dopo aver gestito con successo la propria società di consulenza, costituita al termine dell’incarico al Dipartimento della Difesa. Entra infine nella Commissione U.S.-China Security and Economic Review in qualità di Commissario.

Stephen Bryen attualmente è Senior fellow dell’American Foreign Policy Council e dell’American Center for Democracy. È autore di tre libri: The Application of Cybernetic Analysis to the Study of International Politics (Martinus Nijhoff, the Hague); Essays in Technology, Security and Strategy (Amazon Books); Technology Security and National Power: Winners and Losers (Transaction Publishers) e scrive per numerose pubblicazioni tra cui American Thinker, US News and World Report, Asia Times, e Defense News.

Segui @stevebryen

francesco_lombardi

Francesco Lombardi – Senior Fellow

Generale dell’Esercito Italiano, ha comandato unità carriste e di cavalleria. Laureato in Scienze Strategiche (Università di Torino) ed in Scienze Politiche (Università di Trieste), ha conseguito Master in Scienze Strategiche (Università di Torino), in International Security Advanced Studies (Università di Perugia) ed in Giornalismo Internazionale (SMD-IGS). Presso Organi di Vertice ha sviluppato attività di pianificazione generale, programmazione finanziaria e controlli interni, gravitando sull’analisi dei costi e sull’introduzione delle metodologie e delle procedure della programmazione per obiettivi nelle realtà della Difesa e sul relativo monitoraggio, nonché sull’ottimizzazione organizzativa e sulla reingegnerizzazione dei processi.

È stato Vice Direttore del Centro Militare di Studi Strategici impostando ed organizzando attività di studio e ricerca a carattere strategico-politico-militare con particolare attenzione alla sociologia militare, alle relazioni internazionali ed ai fenomeni terroristici. È Vice Direttore dell’Istituto Superiore di Stato Maggiore Interforze e cura l’alta formazione professionale di Ufficiali, italiani e stranieri, e di Funzionari Civili destinati ad assumere incarichi di particolare rilievo. Da tempo, parallelamente alle attività di ricerca e formative di istituto, contribuisce al dibattito pubblico ed alla divulgazione su tematiche politico-strategiche con scritti su riviste di settore e con l’organizzazione e la partecipazione ad incontri ed eventi.

giulio prigioni

Giulio Prigioni – Senior Fellow

Giulio Prigioni, conseguita la laurea in economia politica a Padova, ottiene il diploma di specializzazione in relazioni internazionali all’Università di Leuwen. Entrato in diplomazia, svolge, tra gli altri, gli incarichi di Console generale a San Francisco, di Ministro consigliere alle Nazioni Unite, prima a Ginevra poi a Vienna, di Delegato italiano alla Proprietà intellettuale e membro del CdA dell’ Organizzazione europea dei brevetti a Monaco di Baviera. Nel 2004 è nominato Ambasciatore d’ Italia in Lituania e nel 2008 allo stesso incarico in Bielorussia. E’ attualmnte Presidente onorario dell’ Istituto Carlo M. Cipolla e collabora con centri di ricerca, think tanks e università nel campo della storia diplomatica ed economica nonchè della geopolitica. E’ autore di saggi fra i quali: “Creatività e innovazione protetta”, “I fondi sovrani e il nuovo ordine monetario e finanziario mondiale”, “Italia e Lituania, storia e diplomazia fra le due guerre mondiali”, “Economia ed etica secondo Ghiliarov Platonov”.

Mario-Bernardi-Guardi-foto

Mario Bernardi Guardi – Senior Fellow

Toscano, docente di italiano e latino nei licei, giornalista, scrittore, organizzatore di eventi. Studioso della letteratura e della politica culturale del Novecento, ha pubblicato in volume saggi su Borges, Nietzsche, Junger, la Mitteleuropa, i tic e i tabù della sinistra radicalchic, la memorialistica della Repubblica Sociale. Conferenziere, presidente di prestigiose istituzioni culturali come l’Accademia dell’ Ussero di Pisa, per anni impegnato come ideatore e curatore di incontri/dibattiti alla “Versiliana” di Marina di Pietrasanta e alla Fondazione Carnevale di Viareggio, divulgatore di storia per numerose testate, Presidente del Premio Acqui Storia (Sezione Romanzo Storico), ha ideato per la RAI rubriche di varia umanità e più volte è stato ospite di trasmissioni televisive. Collaboratore di testate illustri come “Il Borghese” di Mario Tedeschi ,”Il Giornale” di Indro Montanelli e “L’Indipendente” di Vittorio Feltri, negli ultimi anni ha “firmato” tra l’altro per le pagine culturali del “Quotidiano Nazionale”, del “Tempo” , del “Foglio”, di “Libero” e del “Corriere della Sera-Corriere Fiorentino”. Nel 2015 ha pubblicato il suo primo romanzo “Fascista da morire” (Mauro Pagliai Editore), definito da Giampaolo Pansa “un libro straordinario e disperato”.

ezio ferrante

Ezio Ferrante – Senior Fellow

Il contrammiraglio (ris.) Ezio Ferrante, laureato in Lettere classiche e Storia, nel corso della carriera nel Corpo delle Capitanerie di Porto, ha conseguito la specializzazione superiore in diritto internazionale del Ministero della Difesa, il brevetto delle Nazioni Unite di istruttore di peace – keeping, oltre a numerosi attestati presso l’Istituto di diritto umanitario di Sanremo. Espletate le funzioni di comando (Circomare Anzio, Compamare Pescara, Direziomare Palermo) e dopo varie destinazioni presso gli Enti centrali (tra cui il Ministero degli Affari Esteri), ha ricoperto numerosi incarichi didattici (Accademia navale, Istituto di Guerra Marittima, Istituto Superiore di Stato maggiore interforze e Istituto Diplomatico), oltre a vari contratti di insegnamento universitari (Bari, Firenze e Padova). Vasta la sua bibliografia incentrata su temi di storia e geopolitica navale, ben rappresentata anche sul web. All’attualità collabora con vari istituti di fomazione, militari e universitari, riviste specializzate, trasmissioni televisive e radiofoniche (su RAIuno e RAItre).

fabio_grassi

Fabio L. Grassi – Senior Fellow

Borsista in Turchia nel 1985 e nel 1988. Laureato in Lettere nel 1986 (110/110 e lode) presso l’Università “La Sapienza” di Roma con tesi di laurea su “Turchia Kemalista e Russia Sovietica durante la Guerra di Liberazione Turca”. Dottore di ricerca nel 1994 con tesi di dottorato su “L’Italia e la Questione Turca (1919-1923): Opinione Pubblica e Politica Estera”. Docente di Italiano e Latino dal 1998 al 2005 presso il Liceo Italiano di Istanbul. Dal 2005 al 2011 contrattista presso l’Università Tecnica di Yıldız (Statale) di Istanbul, tra l’altro con corsi in turco su “Sviluppi Politici e Processi Sociali nel 20° Secolo nel Mondo e in Turchia” e di “Unione Europea e Processo di Integrazione”. Attualmente professore associato di Storia dell’Europa Orientale presso l’Università “La Sapienza” di Roma. E’ stato relatore e/o moderatore in numerosi convegni, soprattutto in Italia e in Turchia; organizzatore di convegni in Italia e in Turchia; ha tenuto numerose conferenze, soprattutto in Italia e in Turchia (in italiano, in inglese, in francese e in turco). La sua produzione scientifica di Fabio L. Grassi consiste in tre ampie monografie: “L’Italia e la Questione Turca (1919-1923). Opinione Pubblica e Politica Estera”, Torino Zamorani, 1996, pp. 270 (tradotta in turco); “Atatürk. Il Fondatore della Turchia Moderna”, Roma, Salerno, 2008, 20092, 20103, pp. 444 (tradotta in turco); “Una Nuova Patria. L’Esodo dei Circassi verso l’Impero Ottomano”, Istanbul, ISIS, 2014, pp. 281 (tradotta in turco e in inglese) e in un’ottantina di altre pubblicazioni tra volumi di minore entità, curatele, contributi a volumi, saggi, articoli, schede, recensioni, traduzioni dal turco, consulenza a traduzioni in turco.

Sandalli 4

Paolo Sandalli – Senior Fellow

L’Ammiraglio di Squadra in congedo Paolo Sandalli, nato a Roma nel 1955, ha frequentato l’Accademia Navale di Livorno intraprendendo la carriera militare culminata presso il Quartier Generale della NATO a Bruxelles al vertice della Divisione Pianificazione Politico-Strategica e degli Armamenti della Alleanza. Nel corso della professione ha svolto rilevanti incarichi in ambito nazionale, internazionale e interforze (Nazioni Unite, NATO, UE) tra cui: comandante della Forza Marittima delle Nazioni Unite in Libano, addetto per la Difesa presso le Ambasciate Italiane in Indonesia, Singapore e le Filippine, vice Capo Reparto Politica Militare e Pianificazione dello Stato Maggiore Difesa con delega alle Relazioni Internazionali rappresentando il nostro paese nei negoziati per la cooperazione in ambito sicurezza e difesa con 34 paesi e favorendo il dialogo tra le due sponde del Mediterraneo, Capo Sezione Guerra Elettronica presso il Comando NATO di S.H.A.P.E.

Experts

Miguel Angel Otero Tamayo

Miguel Angel Otero Tamayo – Visiting Professor

Miguel Angelo Otero Tamayo é nato a Città del Messico l’11 agosto 1952. Ha frequentato la scuola di interpretariato di Montreux in Svizzera, dal 1969 al ’70; ha successivamente frequentato il liceo Jucard Pully dove ha conseguito il diploma di scuola superiore nel 1971. Dal 1975 al 1977 frequenta la Business School a Parigi; contestualmente dal 1976 al ’77 frequenta la Scuola di Alti Studi in Scienze Sociali dell’Università di Parigi VIII,dove consegue la laurea in Economia. Dal 1977 al ’79 è stato Direttore della rivista “Mundo” di Madrid. Dal 1979 all’82 è stato Coordinatore Generale della rivista”Elites” di Madrid. Ha scritto sul quotidiano “El Universal” di Città del Messico. È stato Coordinatore del supplemento speciale per il Messico del quotidiano “Die Welt”. Dal 1982 all’84 è stato corrispondente estero della rivista “Mundo” di Città del Messico. É Cofondatore della rivista “Mundo international” di cui è attualmente Direttore Generale. È stato insignito del Diploma di Eccellenza Universale all’Accademia Messicana di Diritto Internazionale. É sposato e ha due figli.

togrul ismayil

Togrul Ismayil – Visiting Professor

Togrul Ismayil is an Associate Professor of International Relations at Ankara based research university, TOBB University of Economics and Technology (TOBB-ETU), a private university founded by Turkey Union of Chambers and Commodity Exchanges. Prior to joining TOBB-ETU, Dr. Ismayil worked as the Director of Turkey Research Center at Baku Slavian University between the years 2002 and 2008. In addition to that, Toğrul Ismayil worked as the chief editor of the national newspaper “Cumhuriyet” published in Azerbaijan from 1999 to 2003. Dr. Ismayil received his Ph.D from the Department of Economics at İstanbul University in 2006 and Department of History at Moscow State University in 1993. Dr. Ismayil has many articles and books translated into several languages and published in different countries.

Segui @togrui65

valeria_giannotta_foto

Valeria Giannotta – Visiting Professor

Valeria Giannotta is an Italian scholar expert on Turkish politics and International Relations. She is currently serving as Assistant Professor and as personal advisor to the Rector in Türk Hava Kurumu Üniversitesi/ University of Turkish Aeronautical Association in Ankara. She studied in Milano at Catholic University of the Sacred Heart, where she graduated in Political Sciences and International Relations with maximum scores (110/110) and where she got a master degree in Intemational Relations and European Integration obtained summa cum laude. At Catholic University in Milano She also received her PhD in Political Science and İnternational Relations with a thesis on ‘AKP -Adalet ve Kalkınma Partisi- and its program on Conservative Democracy’ that was judged by the commission as a proof of deep knowledge, analytical skills as well as capability to develop originaI thoughts. The PhD dissertation has been the product of fieldwork in Turkey where she has been active since 2009: in Istanbul she has been visiting researcher at International Relations Department of Bogaziçi Univeristy after that she moved to Ankara and she collaborated with the Centre of European Studies at Ankara University (ATAUM) and at the Center for European Studies Middle East Technical University (CES). In addition to her current position, she has been working at Political Science and International Relations Department of Istanbul Sabahattin Zaim University and she has also served as visiting scholar at Yildirim Beyazit University in Ankara, chairing the course on Democratization Process in Muslim Countries, and at Gazikent University in Gaziantep. Dr. Giannotta has authored and presented several articles during national and international conferences, she contributes to several think-tanks and she also engages in expert-level strategic meetings. Her research interests include Turkish Politics; the Turkish democratic transition within contemporary Turkish politics, Turkey-EU relations, Turkish foreign policy, the relations between religion and politics. As acknowledge of her expertise Valeria Giannotta has been official member of the delegation accompanying the 11th Turkish President Abdullah Gül in his institutional visit to Italy on January 2014.

Segui @valegiannotta

manuela donghi

Manuela Donghi – Media Expert

Manuela Donghi è una giornalista professionista, lavora a Radio Lombardia dove conduce la trasmissione di politica “Pane al pane”. Appassionata ed esperta di politica segue come inviata eventi e fatti istituzionali con interviste a personalità di spicco ed è autrice e curatrice del blog panepolitica. Amante della letteratura italiana si è laureata in lettere moderne all’Università degli Studi di Milano, in linguistica, con tesi sul linguaggio televisivo. Modera e presenta eventi. Abita vicino a Milano con le sue due gatte.

Segui @ManueleDonghi

Elvio Rotondo

Elvio Rotondo – Country Analyst

Nato a Cassino nel 1961, militare in congedo, laureato in scienze organizzative e gestionali presso l’Università degli studi La Tuscia di Viterbo, si è arruolato nell’Esercito Italiano nel 1978 prestando servizio in diversi reparti sul territorio nazionale. Nel corso della carriera militare si è occupato prevalentemente di Guerra Elettronica, di Intelligence e di Cooperazione Civile-Militare. Ha prestato servizio inoltre presso l’Ambasciata d’Italia di Seoul (Ufficio dell’Addetto Militare) e in ambito multinazionale presso il Multinational Cimic Group. Tra i molti corsi previsti per il proprio incarico, ha frequentato: NATO Intelligence Course, NATO Open Source Intel Course, NATO Intel Analyst Course, NATO Tactical CIMIC Course. È conoscitore della lingua inglese, russa, persiano farsi. In ambito internazionale ha preso parte alle operazioni NATO nei Balcani. Nel 2014 è stato collocato nella riserva. Collabora con il Think Tank Il Nodo di Gordio dal 2014 in qualità di Country Analyst. Autore del Blog 38esimoparallelo.com. Alcuni suoi articoli sono stati pubblicati su: “Il Giornale.it. “Affari Internazionali”; “Geopolitical Review”; “L’Opinione”; “Geopolitica.info”; “Analisi Difesa”; “L’Indro”; “Notizie Geopolitiche”; Ares Osservatorio Difesa.
Ha curato il libro “Con gli inglesi sul fronte italiano”, pubblicato in originale “With British Guns in Italy” nel 1919 da Hugh Dalton.

Segui @elvio_rotondo

marco-cochi

Marco Cochi – Country Analyst

Nato e cresciuto a Roma, da oltre 15 anni giornalista professionista con focus sull’Africa sub-sahariana e attualmente docente a contratto presso la Link Campus University. Nell’ambito della ricerca ha realizzato progetti a lungo termine presso il Centro Altiero Spinelli – Polo di eccellenza Jean Monnet dell’Università Roma Tre, il Centro Studi extra-europei, il CeMiSS e ha collaborato con l’Institute Peace and Security Studies dell’Ado-Ekiti University (Nigeria). Nell’ambito della cooperazione allo sviluppo ha operato per un lustro come direttore dell’Ufficio progetti di cooperazione e solidarietà internazionale di Roma Capitale. Autore di numerosi saggi sull’Africa e vincitore del Premio letterario internazionale Archè 2007 con il volume: “L’Ultimo Mondo – L’Africa fra guerre tribali e saccheggio energetico”. Blogger di afrofocus.com.

Segui @afrofocus

federico_prizzi

Federico Prizzi – Political Military Affair Analyst

Nato a Livorno nel 1978, laureato in Scienze Strategiche presso l’Università degli Studi di Torino e in Scienze Politiche all’Università degli Studi di Trieste, è un polemologo e uno storico militare dal 2005. Autore di libri, saggi e articoli, ha effettuato numerose ricerche sul campo relative la Storia Contemporanea e la Geopolitica in Asia, Medio Oriente e nei Balcani con analisi dedicate ai movimenti insorgenti, ai conflitti asimmetrici e alla condotta di guerre non convenzionali. Nel biennio 2005-2006 ha anche pubblicato alcuni studi relativi la Storia dell’Arte con particolare attenzione all’Aeropittura futurista di Tullio Crali. Ha collaborato con i quotidiani “Linea” e “Caserta24ore”, nonché con le riviste “Analisi Difesa”, “Rassegna dell’Esercito”, “Rivista Militare”, “Affari Internazionali”, “Geopolitica.info”, “Il Nodo di Gordio”, “Vox Populi”, “Storia del Novecento”, “L’Uomo Libero Onlus”, “la Biblioteca di via del Senato” e “Letteratura – Tradizione”. Di quest’ultima è stato anche il caporedattore nazionale nel 2007. Attualmente è direttore editoriale per la Novantico Editrice di Pinerolo, delle collane storico-letterarie, “La Collana del Fiume”, “Laurus”, “Haghèr”, “Historia Italiae”, della collana di antropologia “Irminsul” e di quella dedicata alla Psychological Operations intitolata “La Guerra Psicologica”.

Massimiliano-Avogadri-foto

Massimiliano Avogadri – Country Analyst

Nato a Bergamo il 14 Aprile 1973, attualmente vive nel Regno del Marocco e lavora come business developer per il Middle East e Africa di un gruppo inglese. Di formazione classica e umanistica, per linea materna discende da Italiani d’Africa già dai primi dell’800, dispersi poi in tutta Europa alla fine del Secondo conflitto mondiale a causa delle vicissitudini belliche; parte della sua famiglia risiede ancora in Africa equatoriale. Nel 1998 presta servizio militare in Italia presso il quartier generale interforze NATO di terra HQ-FTASE in Verona, durante il conflitto con la parte residua della Federazione Jugoslava. Studia e lavora ancora in Italia centrale fino al ‘99, quando si avvia al commercio internazionale di beni e servizi, partendo dal mercato della RPC. Negli anni successivi opera in Svizzera e in svariate nazioni del centro ed est Europa, Africa, Medio Oriente, Nord e Sud America – con qualche puntata ulteriore in Asia Centrale. Nel corso delle sue attività professionali come consulente industriale si occupa di svariati settori inclusi red brics, agro industria, water management e food, ovvero le produzioni “cardinali” alla base della vita sociale dell’essere umano sul pianeta, assieme all’energia. Questo gli permette di acquisire informazioni globali/reali direttamente sul campo, dati macroeconomici, conoscenze giuridiche, logistiche, doganali ed esperienze dirette spesso in zone calde o di “frattura” rispetto allo status quo. Dal 2008 lascia l’Italia per seguire il suo lavoro. Collabora con il think tank “Il Nodo di Gordio” sin dalle sudi origini, prima come corrispondente dall’estero e, dal 2016, in qualità di Country analyst.

mercuri1

Michela Mercuri – Country Analyst

Analista ed esperta di politica del Nord Africa e del Medio Oriente con particolare riferimento alla Libia. Ha conseguito il dottorato in Rappresentazioni e comportamenti politici presso l’Università Cattolica del Sacro Cuore di Milano nella quale, dal 2003 al 2010, è stata cultore della materia in Scienza Politica, Relazioni Internazionali e Sistemi Politici comparati. Nello stesso periodo è stata ricercatrice presso Eupolis Lombardia- Istituto Regionale di Ricerca della Regione Lombardia, occupandosi di temi inerenti lo sviluppo del Nord Africa e del Medio Oriente. E’ docente del corso “Il terrorismo e le sue mutazioni geopolitiche” alla Sioi di Roma e di Geopolitica del Medio Oriente all’Università Niccolò Cusano di Roma. Ha tenuto per 8 anni il corso di Storia contemporanea dei paesi mediterranei all’Università di Macerata. Insegna in vari master presso l’Università Cattolica di Milano, l’Università di Teramo e vari altri Istituti. E’ editorialista per alcuni quotidiani on line, tra cui Huffington post, TPI – The post internazionale, Il sussidiario.net e Affari Internazionali, e commentatrice per Sky tg 24, Rai Radio 1, Radio Radicale, Radio Vaticana, Tv 2000 e Radiotelevisione della Svizzera italiana sui temi della sicurezza, della politica e dell’economia dei paesi del Nord Africa e Medio Oriente. Tra le sue pubblicazioni recenti, “Incognita Libia”. Cronache di un Paese sospeso” edito da FrancoAngeli (2017), “La primavera araba. Origini ed effetti delle rivolte che stanno cambiando il Medio Oriente”, con Stefano Maria Torelli, edito da Vita e Pensiero (2013).

giogio ballario

Giorgio Ballario – Country Analyst

Nato a Torino nel 1964, Giorgio Ballario è giornalista professionista dal 1994. Dopo aver lavorato per l’agenzia di stampa AGI, il settimanale Il Borghese, i quotidiani L’Indipendente, Il Messaggero, Il Giorno e La Voce, dal 1999 è redattore de La Stampa, dove si è occupato di cronaca nera e giudiziaria. Scrittore, fondatore dell’associazione di “giallisti” Torinoir, è autore di alcun romanzi gialli di ambientazione storica e contemporanea. Nel 2010 ha vinto il premio Arché Anguillara Sabazia per la narrativa con il romanzo “Morire è un attimo” (edizioni Angolo Manzoni), e lo stesso anno è stato finalista del premio Acqui Storia (sezione narrativa) con il volume “Una donna di troppo” (edizioni Angolo Manzoni). Entrambi i volumi fanno parte di una trilogia di gialli storici ambientati nelle colonie italiane dell’Africa orientale, completata nel 2012 da “Le rose di Axum” (Hobby & Work). Nel 2013 ha vinto il premio Giallo Latino con il racconto “Dos gardenias”, pubblicato sul numero di ottobre 2013 di Segretissimo Mondadori. La sua ultima pubblicazione è il romanzo “Nero Tav” (Cordero Editore), uscito nel 2014. E’ appassionato e studioso di cultura latinoamericana, con particolare attenzione alla letteratura e alla storia dei movimenti politici. E’ membro di Artaban Onlus, un’associazione di volontariato attiva in Burkina Faso, Costa d’Avorio, Mali, Ecuador, Perù e Italia.

Alessio Marsili 2

Alessio Marsili – Junior Fellow

Romano, nato nel 1993, diploma di liceo linguistico, consegue la laurea triennale in Scienze Politiche e Relazioni Internazionali all’Universita degli Studi Roma Tre e perfeziona la formazione accademica con una laurea magistrale in Relazioni Internazionali all’Università di Roma La Sapienza. Contestualmente, svolge un tirocinio di tre mesi a Mosca in seno all’Ufficio Stampa e Cultura dell’Ambasciata d’Italia presso la Federazione Russa. Appassionato di geopolitica, storia delle relazioni internazionali e diplomazia, dal 2016 è Junior Fellow del think tank Il Nodo di Gordio; oltre ad aver preso parte in qualità di relatore a conferenze ed eventi, contribuisce con articoli alla rivista quadrimestrale dell’ente internazionalistico accreditato presso il Ministero degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale.

Rodolfo-Maria-Salvi

Rodolfo Maria Salvi – Junior Fellow

Classe 1994, nasce a Sansepolcro con un’innata passione per le relazioni e il business internazionale. Si laurea in Scienze Politiche, Sociali e Internazionali all’Università di Bologna con una tesi su “Le relazioni tra Azerbaigian e Iran: influenze storiche nel territorio azerbaigiano e dell’area iranica, dall’antichità all’età contemporanea”. Successivamente partecipa ad un corso di specializzazione in World Politics presso l’Università Science Po di Parigi. Laureando in International Relations presso l’Università LUISS Guido Carli, si specializza in geopolitica e corporate diplomacy. Borsista in Exchange program presso l’Università Statale di Mosca per le Relazioni Internazionali (MGIMO), approfondisce lo studio delle dinamiche geopolitiche e di business nel settore energetico.

Giovane esperto di relazioni internazionali e geopolitica energetica, dal 2017 collabora con il think tank Il Nodo di Gordio in qualità di junior fellow svolgendo attività di ricerca, firmando articoli e partecipando alle conferenze promosse dal centro studi.

Marcello Ciola

Marcello Ciola – Associate Analyst

Nato a Ostuni (BR) il 2 luglio 1989. Cultore della materia in Teoria e Storia dei movimenti e dei partiti politici italiani presso l’Università LUISS Guido Carli e di Storia delle Relazioni Internazionali e Storia Contemporanea presso l’Università Guglielmo Marconi di Roma. È membro fondatore e Vice-Direttore del “Centro Studi Mediterranean Affairs”. Collabora con il Think Tank Il Nodo di Gordio dal 2013 in qualità di Associate analyst.

Laurea magistrale in Relazioni Internazionali presso l’Università LUISS Guido Carli con una tesi su “La Shanghai Cooperation Organisation. Prospettive di un nuovo Great Game” (relatore: Prof. Miodrag Lekic). Ha partecipato a diverse summer school sui temi dell’Europa, della geopolitica, delle relazioni internazionali tra cui la scuola post-laurea dell’ASERI – Alta Scuola di Economia e Relazioni Internazionali dell’Università Cattolica di Milano- su Analisi delle Relazioni Internazionali. Ha organizzato diversi seminari e panel nazionali e internazionali tra cui “Da Impero a Repubblica. La Turchia tra passato ottomano e futuro globale” in collaborazione con l’Ambasciata Turca presso la Repubblica Italiana, Limes e il dipartimento di Scienze Politiche dell’Università LUISS Guido Carli.

Segui @marcellociola

antonciro cozzi

Antonciro Cozzi – Associate Analyst

Nasce a Napoli il 25/05/1987. Ha frequentato l’Istituto Francese di Napoli “Grenoble”. Ha conseguito la Laurea in Scienze Politiche presso la “Libera Università Internazionale degli Studi Sociali LUISS Guido Carli” discutendo la tesi in Politica Economica Internazionale dal titolo “Le sorti dei mercati europei in relazione alla concorrenza di Cina, India e Turchia”. Ha conseguito la Laurea Magistrale in Relazioni Internazionali presso la “Libera Università Internazionale degli Studi Sociali LUISS Guido Carli” discutendo la tesi in Principi e Tecniche del Peacekeeping dal titolo “Nagorno – Karabakh: tra processi di pace e sfide energetiche”. Ha svolto un periodo di Tirocinio della durata di 3 mesi, dal19/9/2011 al 28/11/2011, presso l’ASD (Association of AerospaceSecurity and Defence Industries), nella sede centrale di Bruxelles, partecipando con il tutor Dott.ssa Lucia Zivec (ASD policy studies and forward planning manager) al progetto “Analisi della situazione economica degli 11 paesi europei, candidati potenziali all’adesione alla ASD. Studio statistico dei mercati aerospaziali e della difesa in questi paesi. Indagine delle imprese individuali”.

Dal settembre 2014 è assistant professor e lecture professor presso l’Università La Sapienza di Roma, Facoltà di Giurisprudenza, Cattedra di Diritto dell’ Unione Europea, Prof.ssa Alberta Fabbricotti. Ha frequentato i seminari di studi europei su: “L’Unione Europea per la promozione della pace e della solidarietà globale” discutendo la tesi dal titolo “POLITICA ENERGETICA: CONVERGENZE E DIVERGENZE UE – RUSSIA E FUTURE FONTI DI ENERGIA” presso l’ Istituto Diplomatico – Villa Madama – Ministero degli Affari Esteri.

Ha frequentato i seminari di studi europei su: “Identità e responsabilità politica dell’Unione Europea”. “Studio statistico dei mercati aerospaziali e della difesa in questi paesi. Indagine delle imprese individuali”. Ha frequentato il master di “Alta formazione per le figure internazionali” presso il SIOI di Roma discutendo una tesi dal titolo “Azerbaijan-Israele rapporti energetici economici e militari”. Ha frequentato il master in “Studi Diplomatici” presso il SIOI di Roma. Ha partecipato al ciclo di conferenze sul Caucaso organizzato a Roma dallo IAI. Dal 2013 collabora con il think tank “Il Nodo di Gordio” e ha pubblicato sull’omonima rivista quadrimestrale di geopolitica ed economia internazionale (indicizzata presso il MIUR come Rivista Scientifica – Accademica).

Segui @to_nci

kudret altun

Kudret Altun – Associate Analyst

Kudret Altun was born in the midllest area of Turkey in Capadoccia, Kayseri. After finishing elemantary and high school in Kayseri she got the right to study in the Faculty of Literatureat the Istanbul University. Same year she finished her undergraduate education and started the graduate education. When Altun finished the master program succesfully she had the capability to start her doctorate. While she began to write her doctorate examination she fell to be a lecturer at the Erciyes University of Kayseri.
In the year 1990 after accomplishing her doctorate in the Institute of Social Sciences at the University of Istanbul she started to work as an assistant professor in the Faculty of Literature at the Erciyes University of Kayseri(1992). In the year 1996 Altun won the Turkish – Italian associated scholarship of M.E.B. Year 1997 she studied with Prof. Bellingeri at the Ca’ Foscari University of Venice for 8 mounths. After all Altun kept on touch with Italia. Year 2000, she worked as a director in the Jordan/Amman, Turkish Culture Center. While she was teaching there Turkish to students she also improved her Arabic. In the year 2006 her professor at the Ca’ Foscari University of Venice invited her to Italy to work as a visitor faculty member. Same year she tought Ottomann Turkish and Turkish Literature at the Departman of Oriental Languages. In the year 2007 she worked for one year at the Turkology department at the University of Zenica in Bosnia and Herzogovina. She introduced Mevlana and lectured, learnt the Balkans. Year 2011, she attended to the congress where the book Ahmet Yesevi of Ermanno Visintair was introduced which was arranged by Embassy of Kazakhstan and WOX Populi. Finally in the year 2012 she made researches as a visitor faculty member for Ottoman writings at the University of Bologna. Kudret Altun is still working as a associate professor in the Education Faculty at the Erciyes University of Kayseri.

Segui @drkudretaltun

Press, digital PR e marketing

Alessandro Marocchi

Alessandro Marocchi – Chief Press Officer

Classe 1985 è laureato in Scienze Economiche presso l’Università Cattolica del Sacro Cuore di Milano, ha in seguito frequentato il master in Management della Comunicazione Sociale, Politica e Istituzionale presso l’Università IULM ed ha infine conseguito la Laurea Magistrale in Comunicazione Pubblica e d’Impresa all’Università Statale di Milano, con una tesi sui think tanks e il loro ruolo nell’influenzare il policy-maker. Nel 2012 dopo uno stage di 4 mesi presso l’agenzia MR & Associati, dove si è occupato in particolare di analisi di scenario e mappatura stakeholders, ha collaborato con l’agenzia Civicom per la comunicazione politica del candidato Umberto Ambrosoli durante la campagna elettorale delle primarie e delle regionali in Lombardia 2013. Ha lavorato poi per un anno nella società Sec Relazioni Pubbliche e Istituzionali come Junior Account nella divisione Public Affairs/Lobbying. Nel 2014 ha inoltre frequentato il corso di Alta Formazione in “Attività Parlamentare e Tecnica Normativa” rivolto ad aspiranti collaboratori parlamentari ed organizzato dall’Agenzia d’informazione parlamentare ISPRO e dall’Università Link Campus di Roma. Attualmente lavora come Analyst e Account nella società Public Affairs Advisors e si occupa prevalentemente di energia. Dal 2011 collabora per la comunicazione digitale per il think tank “Il Nodo di Gordio” e dal 2013 è diventato Capo ufficio stampa della stessa organizzazione.

Segui @marockers

daniel-casarin-nodo-di-gordio

Daniel Casarin – Strategic & Creative Partner

Una formazione trasversale lo avvicina al system e design thinking. Ideatore e fondatore di GenitronSviluppo.com, è a capo di Adv Media Lab, incubatore di soluzioni e servizi avanzati di digital strategy e performance marketing; ed Etnograph, team multi-disciplinare di progettisti, ricercatori e consulenti che opera in tutta Europa nel campo dell’innovazione aziendale. Operando costantemente in attività di business design, social design e digital strategy, Daniel supporta brand e organizzazioni in processi di innovazione design-driven.

Segui @Daniel_Casarin